Vacanze in hotel: promosso lo staff, ma uno su tre si lamenta della pulizia

July 8, 2015

Milano, 08 luglio 2015 – Vacanze prenotate con largo anticipo, city break organizzati a pochi giorni dalla partenza. Auto il mezzo più utilizzato per raggiungere la destinazione, ma chi arriva in treno o aereo più propenso a sfruttare i mezzi pubblici per raggiungere l’hotel. E appena si mette piede in camera? Si accende la televisione e si controlla la connessione wi-fi.

Sono queste le principali abitudini di viaggio secondo i dati che trivago, il più grande motore di ricerca hotel al mondo, ha raccolto tramite il suo tQT (trivago Quality Test*). L’analisi si basa infatti sulle risposte degli oltre 25.000 utenti trivago di sei Paesi europei, inclusa l’Italia, che hanno valutato la loro più recente esperienza in hotel.

Prenotazioni last-second rare per le vacanze – Alle vacanze si pensa in genere con ampio anticipo: il 64,3% degli intervistati dichiara di aver prenotato l’hotel oltre un mese prima, mentre un terzo lo ha fatto nelle quattro settimane precedenti quella della partenza. La prenotazione last-second sembra essere un’eccezione quando si parla di vacanze (3,2%), mentre è più comune nei city break – le uscite due/tre notti, di solito nel fine settimana – e raggiunge il 18,1%. La maggior parte delle prenotazioni hotel per i city break si concentrano all’interno del mese che precede il viaggio.

Oltre 4 ore per trovare l’hotel ideale per 2 viaggiatori su 10 – Tempistiche diverse, e più ristrette per i city break rispetto alle vacanze, anche quando si tratta di trovare l’hotel ideale. Il 62% degli utenti che hanno partecipato al tQT ha impiegato meno di un’ora per completare la prenotazione del proprio city break. Stessa percentuale – e più esattamente il 62,8% – ma abitudine opposta per le vacanze: il tempo dedicato alla prenotazione supera di solito l’ora e, per due utenti su dieci, si va oltre le quattro ore.

Auto più usata per arrivare a destinazione – L’auto rimane il mezzo privilegiato per raggiungere la destinazione della propria vacanza o city break: un intervistato su due l’ha infatti utilizzata per l’ultimo viaggio. Alta la percentuale di chi sceglie il treno (27,6%), che si lascia alle spalle l’aereo (18,9%). Per il transfer da stazioni o aeroporti verso il proprio hotel si opta per i mezzi pubblici (45,7%), ma l’aver scelto strutture in posizioni limitrofe permette nel 32,6% dei casi di arrivare direttamente a piedi. Il taxi è usato invece da due viaggiatori su dieci.

Articoli simili

Viaggio di maturità 2017: la proposta di FlixBus e triv...

Con FlixBus e trivago alla scoperta dell’Europa. Parigi, Londra, Amsterdam e Monaco di Baviera: l’itinerario ideale per un viaggio di maturità adatto a tutte le tasche  In occasione degli esami di mat

I migliori hotel sul mare per l’estate 2017

Arriva l’estate: insieme al sole e al caldo ritorna anche la tradizionale selezione dei migliori hotel sul mare in Italia. Regione per regione, il blog di trivago Room5 ha individuato gli hotel vicini

Le destinazioni che stanno conquistando il cuore degli ...

Se è vero che gli Italiani sono tendenzialmente abitudinari quando si parla di vacanze, è altrettanto vero che con una Penisola piena di angoli da scoprire, è difficile non essere presi dalla curiosit